GASPARRI A POTENZA: IL REFERENDUM NON NASCE PER GOVERNARE

«Renzi chiama accozzaglia il fronte del no, ma mi chiedo cosa hanno in comune Migliore, già virgulto comunista di Bertinotti, e Marcello Pera, filosofo liberale. Ci sono eterogeneità anche sull’altro versante, come i transfughi del centrodestra, come Verdini, che è da nascondere perché crea imbarazzi alla Boschi». Lo ha detto il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, in serata a Potenza, a margine di un convegno sul prossimo referendum costituzionale. «I referendum – ha aggiunto Gasparri – formano schieramenti per il SI e per il NO, non per governare il Paese: quando ci saranno le elezioni politiche, ci auguriamo presto, ci dovranno essere proposte, programmi e coalizioni omogenee. Ma storicamente nei referendum si sono formati fronti eterogenei con motivazioni diverse».