MAFIA E POLITICA, LA TESTIMONE: «MAI VISTO MALAVITOSI IN COMUNE»

rocco-leporeOggi a processo, per l’inchiesta su presunti legami tra alcuni esponenti della politica lucana, l’ex assessore al bilancio del Comune di Potenza Rocco Lepore, Agatino Lino Mancusi, ex vicegovernatore ed assessore regionale, Carmine Luigi Scaglione, l’ex Udc Luigi Biscione, e personalità della malavita organizzata, Antonio Cossidente, Carmine Campanella e altri. È stata raccolta la testimonianza della segretaria, all’epoca dei fatti, dell’assessorato guidato da Rocco Lepore. La quale ha dichiarato di non riconoscere dalle foto che gli inquirenti le hanno mostrato, e tra le quali comparivano anche volti dell’ambiente malavitoso, persone che frequentavano il Comune. Durante la testimonianza è emerso che per entrare nell’ufficio dell’assessore bisognava necessariamente passare per la sua stanza. Sentito anche l’ispettore Mennuti che, rispondendo alle domande del PM, ha ricostruito le fasi di diverse indagini che dal finire degli anni ’90 hanno interessato l’attività criminosa riguardante soprattutto Potenza e la sua provincia.