LAURIA: CONDANNATO IL SANTONE

Il tribunale di Lagonegro ha condannato il quarantacinquenne F. B., meglio noto come il “santone” di Lauria” a 3 anni e 6 mesi per il reato di maltrattamenti in famiglia ma ha cancellato l’accusa principale, quella della corruzione di minore. L’uomo è stato assolto anche dall’accusa per abuso della credulità popolare. Il pubblico ministero Lerose, aveva chiesto 9 anni di condanna, come riportato nel nostro articolo delle scorse settimane (clicca qui per leggere l’articolo). All’imputato venivano attribuiti diversi reati, ad iniziare dai maltrattamenti in famiglia, abuso della credulità popolare fino alla corruzione di minore. I giudici hanno riconosciuto la colpevolezza solo per il reato di maltrattamenti in famiglia.