«PITTELLA E LA DITTA: CHE TEATRINO!»

«Pittella e Folino si comportano come due amanti che stanno per essere abbandonati. Dopo decenni di mala gestione dovrebbero ammettere il fallimento!» Ad affermarlo è il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Gianni Rosa. «Che si chiami Pittella o Folino, che si parli di ‘Sistema Basilicata’ o di ‘ditta’ la sostanza non cambia. Sono sempre loro che da 40 anni gestiscono male, spendono peggio e decidono. Sono sempre loro, che oggi litigano e si prendono a pesci in faccia, ma che fino a ieri andavano a braccetto e hanno comandato insieme – Rosa sottolinea – Leggere i battibecchi di Pittella e Folino sui giornali è umiliante per i Lucani che sono le vittime di un sistema che ha ucciso la nostra Terra. Ci hanno forse preso per sciocchi. Forse pensano che nessuno ricordi che la Basilicata, da quando è nata, si è sempre trovata in un regime di monopolio di centrosinistra. La mancanza di alternanza politica, che è il fondamento della democrazia moderna, li ha resi così spregiudicati da non sentirsi responsabili del degrado in cui è sprofondata la nostra Regione». «Insomma, a noi, Pittella e Folino sembrano due amanti attempati che litigano perchè sentono che saranno abbandonati – evidenzia Rosa – Siamo al paradosso: alla fine, leggendo le loro interviste, ci chiediamo: ma ci fanno o ci sono? E di chi sarebbe la colpa se i milioni di royalties del petrolio sono state sperperate, se la Basilicata è totalmente priva di una solida base imprenditoriale, se i giovani scappano, se non ci sono infrastrutture, se l’ARPAB non funziona, se la disoccupazione è alle stelle? A sentire il ‘gladiatore’ e il ‘grimaldello’, pare non c’entrino nulla. Alla fine, sarà colpa di ‘Nessuno’». Concludendo Rosa: «Ci sia consentito di dire, però, che un po’ di rispetto, riconoscendo le loro responsabilità nell’aver affossato una Regione, sarebbe auspicabile. Del resto, i Lucani sanno benissimo chi ha governato, chi, da 40 anni, gestisce il ‘sistema’. Basta insultare l’intelligenza dei Lucani. Pittella, Folino e tutto il centrosinistra smettano di scaricare le colpe su un inesistente nemico. Un po’ di dignità, signori! Riconoscete che come ‘sistema’ avete fallito e che siete al capolinea».