TERRANOVA DI POLLINO: IN ARRIVO 92 MIGRANTI. PREOCCUPAZIONE DEL SINDACO

«Mi è stato detto che due società di Terranova di Pollino hanno partecipato alla richiesta di ospitare migranti, per un totale di 92 posti. Fino a oggi io non ho avuto nessuna comunicazione ufficiale perciò mi sono recato in Prefettura per chiedere maggiori spiegazioni». E’ quanto denuncia il sindaco di Terranova di Pollino, Francesco Ciancia, intervenendo sulla richiesta di due società del posto di accogliere i migranti. «Questa mattina in Prefettura – precisa Ciancia – ho riportato le mie perplessità, sia perché non sono stato avvertito e sia perché il paese versa già in una situazione precaria. Il paese vive unicamente di turismo e quindi questi numeri così impattanti possono generare dei problemi. La mia paura principale e che si possano creare problemi di inserimento. Ho proposto l’idea di mandare a Terranova i nuclei familiari di migranti, anche con bambini, in modo che possano inserirsi più facilmente con la popolazione». La comunità di Terranova di Pollino è preoccupata, ma ci tiene a prprotocolloecisare che la preoccupazione non dipende dall’arrivo dei migranti, anzi. Le motivazioni sono essenzialmente due. La prima è che il primo cittadino non è stato avvertito da nessuno dell’imminente arrivo, la seconda è che in un paese come Terranova, che conta circa 700 abitanti, un numero così elevato di migranti potrebbe portare caos. Ci sarebbe da fare una precisazione, pochi mesi fa è stato stilato un protocollo in cui si afferma che un comune così piccolo non potrebbe ospitare più di una ventina di persone, ma dalle comunicazioni della Prefettura non sembra così. Il sindaco di Terranova ha organizzato un incontro pubblico con la cittadinanza e ha già inserito tra i punti all’ordine del giorno in consiglio comunale la vicenda.