TSO PRONTO PER IL “FALEGNAME” DI VERDERUOLO, MA MANCA LA FIRMA DI DE LUCA

Ancora panico per i cittadini di Potenza. Il “falegname” di Verderuolo è ancora a piede libero. Indisturbato si masturba dove capita. Anche nei portoni e davanti alle scuole, importunando i poveri minorenni costretti ad assistere alle sue “gesta”. Al CIM del capoluogo (Centro di Igiene Mentale di Potenza) è pronto il fascicolo, con i relativi certificati medici, che dichiara l’indispensabilità del TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio) nei confronti del molestatore A.M. Il problema è che, in base alla norma vigente, a firmare il provvedimento deve essere il Sindaco, in qualità di primo ufficiale sanitario della città. Non si capisce se De Luca non lo abbia ancora fatto per una questione di tempi o perché contrario a firmare il provvedimento. volontà. L’indagini della Polizia hanno dimostrato che la personalità del soggetto ha bisogno di cure. L’uomo avrebbe in un primo momento disconosciuto di essere il protagonista di quegli atti, ma dopo le denunce circostanziate giunte a seguito dei nostri articoli, è crollato e ha confessato di essere lui la persona che si masturba nei portoni. Perché nei portoni? L’uomo avrebbe detto che in questo modo prova maggiore piacere.