SEQUESTRATI CORALLI E PESCI TROPICALI DESTINATI A POTENZA. 6 DENUNCIATI

La Guardia di Finanza ha denunciato sei persone per i reati di maltrattamento di animali, violazioni alle leggi e regolamenti inerenti l’importazione e commercializzazione di specie animali protette e contrabbando aggravato. Oltre 25mila esemplari di pesci e quasi due tonnellate di coralli vivi, erano destinati a rifornire illegalmente anche alcuni negozi della provincia di Potenza. Le Fiamme Gialle hanno stimato che il valore complessivo degli animali sequestrati, in arrivo dall’Indonesia e da Singapore, supera i 250 mila euro. L’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Fiumicino e dal Corpo forestale dello Stato ha portato al sequestro di queste specie protette sbarcate nell’aeroporto di Roma. Apparentemente la loro spedizione risultava essere legale e destinata ai negozi di San Marino, invece, le Fiamme Gialle hanno appurato che una volta giunti a Roma gli animali erano destinati a raggiungere altre destinazioni tra cui la provincia di Potenza. Lo smistamento, secondo i finanzieri, spettava ad un grossista di Monterotondo che insieme ai suoi cinque complici avrebbe messo in piedi un’organizzazione per far arrivare gli animali nelle diverse cittadine d’Italia, tra cui Potenza. Attualmente i pesci sono stati trasportati presso 2 centri italiani specializzati, a Livorno ed a Pisa, che si prenderanno cura di loro.