I SONDAGGI DELL’ULTIM’ORA

I sondaggi per il voto costituzionale non possono essere diffusi. Ma gli esperti non hanno dubbi. Per il prossimo 4 dicembre c’è un vincitore. Lo si dice in maniera celata, in ossequio alla legge. Ma e’ così. Per mutuare i termini più usati, il conclave dovrebbe esprimere un Papa “conservatore” che  sconfiggerebbe il cardinale del “cambiamento”. Il “cardinale conservatore” viene dato tra il 52 e il 54% battendo il “cardinale progressista” che si fermerebbe tra il 48 e il 46%. E a nulla servirebbero i voti dei “cardinali esteri” che parrebbe abbiamo votato in massa per il “cardinale del cambiamento”, per il quale però troppi sono i voti dei “cardinali italiani” favorevoli al “conservatore”.