PRODI IN POLE PER IL DOPO RENZI

È Romano Prodi il nome su cui Renzi e Mattarella stanno lavorando per il governo di scopo che porti al voto tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018. Legge elettorale e un po’ di ordinaria amministrazione, questo il programma. Le consultazioni potrebbero già partite giovedì, dopo che domani sarà approvata la legge di stabilità. Prodi sarebbe un nome che potrebbe mettere tutti d’accordo. Si è schierato a favore del Sì, dimostrando fedele lealtà a Renzi. È amico di Mattarella dai tempi della Prima Repubblica. Inoltre la “ditta”, che vuole arrivare quanto più in là possibile alle elezioni, non potrebbe dire no all’uomo che ha sempre sostenuto sia per la guida del paese che per l’Unione Europea. Ma grillini e opposizioni potrebbero mettersi sull’aventino. Come pure il popolo, stanco dell’ennesimo governo non eletto, tra l’altro questa volta guidato da un soggetto che orami era stato rottamato dalla storia e dal tempo.